noi prendiamo parola

Basta con le male pratiche del Consolato del Marocco a Bologna! // foto e comunicato

Questa mattina decine e decine di lavoratori e lavoratrici marocchine hanno protestato davanti al Consolato generale del Regno del Marocco a Bologna. Nonostante il giorno lavorativo e la pioggia battente, contro tutte le voci di quanti speravano di indebolire la partecipazione, hanno rotto il silenzio gridando BASTA alle male pratiche …

Continua a leggere

Presidio di fronte alla Prefettura: risposte entro due settimane!

Oggi durante il presidio dei migranti davanti alla Prefettura di Bologna, una delegazione del Coordinamento Migranti ha incontrato il viceprefetto Bianca Lubreto. Durante l’incontro sono state denunciate le pratiche restrittive con cui Questura e Prefettura gestiscono i rinnovi dei permessi di soggiorno, le concessioni della carta di soggiorno, i ricongiungimenti …

Continua a leggere

Più di mille a Bologna: noi attraversiamo i confini, voi non ci fermerete!

Il 18 maggio a Bologna hanno sfilato in più di mille, moltissimi migranti, in una manifestazione indetta all’interno dei giorni di azione #mayofsolidarity promossi dal coordinamento Europeo Blockupy (guarda la galleria fotografica). Un grande corteo, determinato e forte, che ha vinto la sfida di organizzare il grande protagonismo dei migranti …

Continua a leggere

Riprende la lotta all’Ikea di Piacenza

Nei giorni scorsi i lavoratori delle cooperative di facchinaggio che lavorano per il magazzino Ikea di Piacenza hanno ripreso la mobilitazione contro il licenziamento arbitrario degli iscritti al sindacato SiCobas, che lottano da anni per il miglioramento delle condizioni di lavoro e dei salari. La risposta non si è fatta …

Continua a leggere

L’assemblea dei migranti: il 18 maggio in piazza per lottare contro razzismo istituzionale e sfruttamento. Parte un percorso contro la gestione politica dei permessi di soggiorno

L’assemblea dei migranti che si è tenuta domenica 4 maggio a Bologna ha rilanciato la partecipazione dei migranti alla manifestazione indetta il 18 maggio contro i centri di detenzione per migranti, nell’ambito della mobilitazione europea per una solidarietà senza confini. Quel giorno i migranti e le migranti saranno in piazza per …

Continua a leggere

Praticare il dissenso, solidarietà senza confini: impedire la riapertura del CIE di via Mattei

Il Ministero dell’Interno ha stanziato i finanziamenti per i lavori di riapertura del CIE di Via Mattei, il centro di detenzione per migranti che ha rappresentato una pagina nera nella storia di Bologna. Noi non siamo disponibili ad accettare la sua riapertura e riteniamo necessario opporre con forza il rifiuto …

Continua a leggere

Mahmodi Ali prigioniero della Bossi-Fini

Finalmente, oggi, sulla stampa nazionale è arrivata la notizia della segregazione di Mahmodi Ali sulla nave Fantastic che lo riportava in Italia. Il nome della nave è già un programma, ma ancora non spiega come sia possibile che un migrante tunisino di 35 anni sia obbligato da 5 giorni a …

Continua a leggere

La sostanza della pena: osservazioni non umanitarie sulla cosiddetta abolizione del reato di clandestinità

Dopo tanti annunci, ecco che il reato di clandestinità è stato (finalmente) abolito. In realtà, il Parlamento ha dato mandato al governo di abolirlo. Si tratta apparentemente di una buona notizia per decine di migliaia di migranti, considerati dei criminali solo perché i documenti non sono in regola, a causa …

Continua a leggere

Accordo d’integrazione? I più e i meno di un ‘reato’ di soggiorno per punti!

Qualche giorno fa, insieme alla Scuola di Italiano con Migranti XM24 e allo Sportello Legale XM24 abbiamo mostrato come l’accordo di integrazione e il relativo permesso a punti costituiscono il futuro orizzonte del razzismo istituzionale volto a definire le nuove gerarchie dello sfruttamento del lavoro migrante. Lo abbiamo chiamato il nuovo ‘reato’ di soggiorno per punti, …

Continua a leggere

Reato di soggiorno per punti

Con una circolare dello scorso febbraio il Ministero dell’Interno ha illustrato alle Prefetture il regolamento sull’accordo di integrazione, rendendo così esecutive le procedure di verifica del cosiddetto “permesso di soggiorno a punti” entrato in vigore nel marzo del 2012 con il decreto dell’allora ministro Maroni. Si tratta di una verifica …

Continua a leggere