Tag Archives: Razzismo

27N Donne migranti contro la violenza 1. Rompere la gabbia del lavoro domestico

Secondo il Rapporto dell’Osservatorio nazionale sul lavoro domestico sono 311mila i lavoratori e le lavoratrici dei servizi senza permesso di soggiorno, su un totale di quasi due milioni, di cui più della metà in nero. Eppure, nel 2020 sono state presentate solo 177 mila domande di regolarizzazione per il lavoro …

Continua a leggere

La lotta dei migranti contro il Mattei: quello che è stato vinto e quello che rimane da vincere

Dopo anni passati ad aspettare dentro al Mattei, nei mesi scorsi molti dei migranti hanno lottato per la chiusura del centro. Grazie a quella lotta hanno finalmente avuto una risposta positiva alla loro richiesta di asilo e ottenuto un permesso di soggiorno di 2 o 5 anni. È una vittoria …

Continua a leggere

Le lavoratrici domestiche migranti combattono per i propri diritti.

Al sindacato Inicjatywa Pracownicza (Iniziativa dei Lavoratori) si è unito il Comitato delle Lavoratrici Domestiche, la prima struttura sindacale polacca per le lavoratrici domestiche, composta interamente da migranti ucraine. Infatti, sempre più spesso, le donne ucraine arrivano in Polonia per lavorare come lavoratrici domestiche, assistendo bambini, anziani e persone disabili.– …

Continua a leggere

Yaya, l’Sda, e le condizioni politiche del lavoro migrante. La denuncia del Coordinamento Migranti Interporto

Che cosa succederebbe se le e i richiedenti asilo impiegati all’Interporto e nella logistica smettessero di lavorare per una settimana? Che cosa succederebbe se smettessero di rispondere alle chiamate di agenzie interinali che, grazie al ricatto del permesso di soggiorno, possono permettersi di proporre contratti di pochi giorni a chi …

Continua a leggere

Lo sfruttamento delle donne migranti nell’Agro Pontino

di ASSEMBLEA DONNE DEL COORDINAMENTO MIGRANTI È stata pubblicata in questi giorni l’inchiesta “Lo sfruttamento lavorativo delle donne migranti nella filiera agro alimentare: il caso dell’Agro Pontino”. L’inchiesta mostra chiaramente che la violenza patriarcale è una leva per intensificare lo sfruttamento e che il razzismo aumenta l’esposizione delle donne alla …

Continua a leggere

La morte di Youns El Boussetaoui parla chiaro

La morte di Youns El Boussetaoui parla chiaro. Non è morto per mano di chi intendeva sventare una molestia possibile, non è morto in nome di una maggiore e reale sicurezza di tutti gli abitanti di Voghera. Lui è morto perché era un migrante marocchino, perché come migrante vai bene …

Continua a leggere

Marcia delle e dei migranti, 1 maggio, Bologna – Galleria foto

Continua a leggere

IL PRIMO MAGGIO NOI MIGRANTI CI FACCIAMO VEDERE E SENTIRE

  Noi donne migranti stiamo dalla parte dei migranti del centro Mattei, protestiamo contro un’accoglienza che li sfrutta e li maltratta.Sappiamo bene cosa significa essere legate al permesso di soggiorno, non avere la cittadinanza, lavorate giorno e notte nei magazzini o nelle fabbriche, nelle case o nei campi, e non …

Continua a leggere

Il 25 aprile al Mattei: abbiamo attraversato il mare, non ci fa paura un foglio di via!

  Ai migranti che hanno bloccato il centro Mattei, la Prefettura ha presentato il conto dell’accoglienza. Rispolverando con un tempismo perfetto una norma dimenticata del patto di accoglienza, la Prefettura ha infatti avvisato i migranti che chi di loro guadagna più di 500 euro al mese verrà cacciato dal centro. …

Continua a leggere

Al Mattei non c’è più spazio per le promesse – Lettera pubblica

Alla Cooperativa sociale Arca di Noè, All’Impresa sociale Open Group, A tutti gli enti gestori del centro Mattei, Alla Prefettura di Bologna, Al Comune di Bologna, alla cittadinanza tutta,   In più di duecento viviamo ammassati nello stesso campo: il CAS di Via Mattei a Bologna. Alcuni di noi sono …

Continua a leggere