video

Permessi in ritardo, anagrafe e Mattei. Le colpe della Questura e quelle del Comune

Mercoledì 31 marzo, abbiamo partecipato insieme ad associazioni e sindacati di base a un’udienza convocata dalla Commissione parità e pari opportunità del Comune per prendere parola contro i ritardi dei permessi di soggiorno e dei rinnovi da parte della Questura di Bologna. Ritardi che certo non ci sorprendono e che, …

Continua a leggere

A Vittoria (Ragusa) i migranti scendono in piazza per mostrare la propria rabbia

Domenica pomeriggio a Vittoria, nel cuore della fascia trasformata del ragusano, i migranti sono scesi in piazza per mostrare la propria rabbia. Dopo la morte di Fodi, migrante maliano travolto e ucciso da un’auto mentre si recava in bici sul posto di lavoro, USB ha indetto una manifestazione cui hanno …

Continua a leggere

Muossa e Aryane raccontano lo sfruttamento dei migranti all’Interporto: «Il permesso di soggiorno è un guinzaglio»

In questo video Moussa Molla e Aryane Jising raccontano lo sfruttamento che tanti migranti e richiedenti asilo subiscono ogni giorno all’Interporto di Bologna, dove lavorano con contratti brevissimi, orari impossibili e mezzi di trasporto quasi inesistenti. Il permesso di soggiorno «tiene i migranti al guinzaglio e li costringe a girare …

Continua a leggere

Donne che non hanno paura. Sostieni lo sciopero delle operaie Yoox!

  Per firmare l’appello invia una mail a womenstrikeyoox@gmail.com   [ TRANSLATIONS: English – Français – Espanol ]   Siamo le operaie che lavorano da anni negli appalti Yoox, il colosso dell’e-commerce dell’abbigliamento, che nel mondo vende la sua immagine di azienda “sensibile”, che si cura dei bambini, della diversità …

Continua a leggere

Intervento Liuba sullo sciopero alla Yoox in diretta su La7, L’Aria Che Tira

Oggi, in un lungo intervento su La7, Liuba, Layla e altre donne lavoratrici della YOOX hanno raccontato che cosa significa per loro essere donne e migranti allo stesso tempo. Significa che un’azienda può minacciare di licenziarti se non accetti un ricatto impossibile tra il lavoro e la cura dei figli …

Continua a leggere

Voci dallo sciopero alla YOOX

  La lotta delle operaie migranti e lo sciopero continuano! Anche stamattina, come Coordinamento Migranti, siamo davanti alla Yoox all’interporto di Bologna. Noi siamo ancora qua. Ci stanno spingendo a licenziarci perché noi parliamo, se c’è qualcosa che non va diciamo di no, e non siamo terrorizzate. Ma noi non …

Continua a leggere

Oltre il #25N lo sciopero continua!

  Dopo lo sciopero del 25 novembre alla Yoox all’interporto di Bologna, come Assemblea Donne del Coordinamento Migranti domani parteciperemo all’incontro del network EAST. Interverremo per parlare di sciopero essenziale e per portare avanti un’organizzazione transnazionale contro la violenza patriarcale e razzista!

Continua a leggere

Senza di noi l’ospedale si ferma – verso e oltre il #25N

  In quanto addetta alle pulizie e alla sanificazione presso l’ospedale sant’Orsola di Bologna Penda è stata nel reparto Covid per tre mesi.Già prima della crisi sanitaria il suo lavoro era fortemente sfruttato e svalutato, ma la pandemia ha esasperato le condizioni di sfruttamento, razzismo e maschilismo presenti nel settore …

Continua a leggere

Madre, migrante, lavoratrice in tempi di pandemia – Verso e oltre il 25 N.

di ASSEMBLEA DONNE DEL COORDINAMENTO MIGRANTI     Inauguriamo queste serie di video interviste verso la giornata di lotta contro la violenza sulle donne del 25 Novembre con la voce di una operaia migrante, madre e compagna dell’Assemblea Donne del Coordinamento Migranti. La pandemia ha portato le condizioni di sfruttamento …

Continua a leggere

Voci di donne transnazionali. Prima assemblea pubblica di E.A.S.T.

Pubblichiamo il video e la traduzione italiana dell’intervento di Marie Diakhate, compagna dell’Assemblea delle donne del Coordinamento Migranti, durante la prima assemblea pubblica del network E.A.S.T. (Essential Autonomous Struggles Transnational). L’assemblea ha visto la partecipazione di oltre settanta persone collegate su Zoom, provenienti da decine di paesi dell’Europa orientale e …

Continua a leggere