Tag Archives: regolarizzazione

Verso la mobilitazione transnazionale del 17 ottobre delle e dei migranti. Intervento di Rafaela Pimentel

Pubblichiamo l’intervento che Rafaela Pimentel, lavoratrice domestica migrante e membro del collettivo spagnolo Territorio Doméstico, ci ha inviato in occasione del primo incontro del Coordinamento transnazionale migranti, a cui hanno partecipato migranti provenienti da Bologna, Parigi, Marsiglia, Madrid, Lubiana, Istanbul, e Marocco, tenutosi l’11 luglio. Rafaela racconta come il mancato …

Continua a leggere

Il lavoro migrante e il rifiuto politico delle catene della regolarizzazione

La regolarizzazione a tempo determinato non sta dando i risultati che il governo aveva previsto e sbandierato come prova del suo impegno contro il lavoro nero. Fino a qualche settimana fa, la fantasia governativa vedeva l’emersione dal nero di centinaia di migliaia di lavoratori. La realtà è tuttavia diversa, allo …

Continua a leggere

20 giugno 2020: seconda giornata transnazionale di lotta delle e dei migranti

Il tappo è saltato spazzando via il silenzio che il lockdown aveva imposto sulla vita delle donne e degli uomini migranti in Europa e non solo. Il 30 maggio abbiamo fatto sentire la nostra voce in una mobilitazione transnazionale senza precedenti: non siamo i vostri lavori essenziali e neanche le …

Continua a leggere

Contro la regolarizzazione a tempo determinato: rompiamo le catene del lavoro migrante!

Dopo settimane di patetico dibattito sulla pelle delle donne e degli uomini migranti, la regolarizzazione tanto sbandierata dal governo inizierà il primo giugno per concludersi il 15 luglio. Non sono ancora chiare le modalità per accedere e bisognerà aspettare decreti e circolari ministeriali per comprenderne il preciso funzionamento. Altre cose …

Continua a leggere

Il 30 maggio i migranti tornano in piazza! Ora parliamo noi: il lavoro migrante non può essere messo a tacere!

– download pdf en français – download pdf in English – download pdf in italiano Noi siamo migranti che hanno passato la quarantena a fare i lavori essenziali. Siamo donne e uomini che hanno lavorato nei magazzini e nelle fabbriche, nei campi e nei supermercati, che hanno consegnato a casa …

Continua a leggere