IL PRIMO MAGGIO NOI MIGRANTI CI FACCIAMO VEDERE E SENTIRE

 

Noi donne migranti stiamo dalla parte dei migranti del centro Mattei, protestiamo contro un’accoglienza che li sfrutta e li maltratta.

Sappiamo bene cosa significa essere legate al permesso di soggiorno, non avere la cittadinanza, lavorate giorno e notte nei magazzini o nelle fabbriche, nelle case o nei campi, e non avere in cambio nemmeno un pezzo di carta che ti permetta di stare qui, di progettare il futuro.
Sappiamo cosa significa avere sempre paura si perdere il permesso, la casa, il lavoro.

Durante la pandemia abbiamo lavorato senza sosta dentro casa e nei luoghi di lavoro.
Ora dov’è la nostra sicurezza? Quella delle nostre figlie e dei nostri figli?
Dove sono i nostri salari e ristori?

Lo sfruttamento è aumentato, la violenza contro le donne è aumentata. Ma per governi e istituzioni noi siamo essenziali solo quando si tratta di sfruttarci!

SCENDIAMO IN PIAZZA IL PRIMO MAGGIO ACCANTO AI MIGRANTI DEL MATTEI PERCHÉ LA LORO È ANCHE LA NOSTRA LOTTA.
CONTRO LO SFRUTTAMENTO MASCHILISTA E RAZZISTA, CONTRO IL RAZZISMO ISTITUZIONALE DELLE QUESTURE E DEL GOVERNO, MARCIAMO ACCANTO AI MIGRANTI DEL MATTEI!

I migranti del Mattei, il Coordinamento Migranti e l’Assemblea Donne del Coordinamento Migranti invitano tutte e tutti, migranti e non, antirazzisti, associazioni e comunità, il primo maggio alle ore 10 davanti al Mattei per partecipare alla marcia che porterà in piazza Maggiore, perché la lotta contro le condizioni in cui si è costretti a vivere al Mattei e in altri centri è una lotta di tutte e tutti, migranti e non, per la libertà, contro il razzismo e contro lo sfruttamento.

Evento Facebookhttps://www.facebook.com/events/783374765931499/

Per info e adesioni:
– coo.migra.bo@gmail.com
– 327 5782056

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.