Scioperiamo contro il razzismo, complice e alleato della violenza maschile! – verso e oltre il #25N

 

“In Italia non è possibile ottenere un permesso di soggiorno senza un contratto di lavoro e uno stipendio minimo richiesto, e non è possibile trovare un lavoro senza un permesso di soggiorno valido!
I tempi lunghi per il rinnovo del permesso di soggiorno sono diventati interminabili durante la pandemia, aumentando la precarietà e l’invisibilità delle incerte vite migranti. Cos’è questo, se non razzismo istituzionale e violenza?
Il permesso di soggiorno per ricongiungimento familiare invece dipende, nella maggior parte dei casi, dal permesso di soggiorno o cittadinanza del marito: nel caso di una relazione violenta, la donna con tale permesso dovrà pensarci due volte prima di denunciare il partner violento. Cos’è questo, se non violenza maschile sostenuta dal razzismo istituzionale e dalle istituzioni patriarcali?
Le istituzioni patriarcali e i loro alleati vogliono silenziare le donne e le donne migranti, noi però continueremo ad alzare la voce! Continueremo a lottare e scioperare contro ogni tipo di violenza contro le donne!”

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.